Bathory - The Return... (1985)

alt"We had said “hello” with the first one, then with the second one, we were, like, the cocksuckers of Satan" (Quorthon, 1997)

 
Originariamente intitolato The Return of Darkness and Evil (con una copertina anche questa volta iconica e studiata a dovere) è il classico album che si stacca dall'esordio per accennare a qualche cambiamento e tocco di classe inaspettato e inatteso.
Assoli con una vaga sensazione di melodia iniziano a farsi strada nel suono caotico del gruppo, con Quorthon sempre più immerso nel ruolo di regista e unico compositore.
Se nel primo disco si ha a che fare con un thrash/black metal  che i Destruction di Sentence of Death hanno saccheggiato senza neanche chiedere il permesso, qua si hanno le radici di quello che sarà poi il sound norvegese. Non c'è volta che ad ascoltarlo non vengano in mente i Darkthrone di Under a Funeral Moon.
 
Gli accenni punk questa volta si fanno più pressanti e il suono ne risulta più pulito e dinamico; forse migliore dell'esordio, forse no, non sono mai riuscito a decidermi, vado a periodi.
 


 
E-mail Stampa PDF