Quorthon - Album (1994)

altSvanita la vena compositiva, l'ispirazione e quello che serve alla maggior parte dei musicisti per fare dischi, per sfogarsi e riprendere contatto con la propria musica, Quorthon entra in studio da solo  e scrive e registra un disco che definire confuso pare riduttivo. E benevolo.

I Bathory sono lontani anni luce e sebbene questo non sia il problema - anzi - quello che ne esce è un mix di canzoni rock che letteralmente non vanno da nessuna parte. Dall'agghiacciante opener simil-hair metal fino all'ultima canzone è un continuo susseguirsi di cambi di stili e generi senza senso e senza una precisa idea di dove si voglia andare. Il che a volte può essere un valore aggiunto, non è questo il caso.

Se mai dovessi sconsigliare un disco preso da questa retrospettiva, non avrei dubbi. E' questo.

 



 

 
Stampa